Cosa vedere a Madrid: collegamenti aeroporto, offerte alberghi, luoghi di interesse - Spagna

Vai ai contenuti

MADRID

panorama di madrid


Capitale della Spagna (3.213.000 abitanti), situata nell'altipiano della Meseta è una delle capitali europee ad un'altitudine più elevata (667 metri s.l.m.).
Madrid è bagnata dal fiume Manzanarre ed è divisa amministrativamente in 21 distretti, che a loro volta sono costituiti da barrios.
La città è moderna, ma offre numerose attrattive turistiche storiche come chiese, monumenti, musei e palazzi.

ATTRAZIONI TURISTICHE: COSA VEDERE a MADRID


puerta del sola a madrid
Puerta del Sol
: fra le piazze più importanti di Madrid, è il cuore della città.
Al centro si trova il monumento equestre dedicato a Carlo III e una statua dell'Orso di Madrono che mangia della frutta da un albero, simbolo araldico di Madrid. L'edificio più importante che si affaccia su di essa è il vecchio ufficio postale, la Casa de Correos, di color rosso con la torre dell'orologio, oggi sede del governo della Comunità di Madrid.
La Puerta del Sol è il luogo principale per spettacoli, ritrovi culturali nonché fulcro della vita notturna della capitale. A nord delle Poste c'è il Kilometro Cero, che rappresenta il punto di partenza per la misurazione di tutte le strade della Spagna.

plaza-major a madrid
Plaza Mayor: grande spazio rettangolare di 129x100 metri circondato da portici ed edifici importanti, tutti a tre piani, fra i quali la la Casa de la Panadería, il principale panificio di Madrid, con le pareti riccamente affrescate da immagini zodiacali e le due caratteristiche torri. Al centro si trova la statua scolpita di Felipe III su un cavallo, ai lati terrazze con bar e locali. Durante l'anno e alla Festa di San Isidro, qui si tengono concerti ed eventi mentre a Dicembre ospita i mercatini di Natale.

madrid palazzo reale
Palazzo Reale: fu la residenza dei reali di Spagna, in esso però si tengono tutt'oggi le cerimonie di Stato ufficiali.
Costruito nel XVIII secolo, è riccamente decorato; l'intero complesso si estende su 13 ettari essendo così il più grande palazzo d'Europa, composto da 2.000 stanze, delle quali solo 50 aperte al pubblico.

museo del prado a madrid
Museo del Prado: edificio neoclassico del XVIII secolo, fu aperto come museo nel 1819. Fra i più estesi al mondo espone opere di Caravaggio, Goya, Botticelli, Rafael, Velázquez e alri artisti che hanno fatto la storia dell'arte degli ultimi cinquecento anni.
In mostra al pubblico sono solo 1.300 opere d'arte su un totale di 7.600 dipinti; 1.000 sculture; 4.800 stampe e 8.200 disegni ospitati nel museo. Si trova sulla strada chiamata "El Paseo del Prado".

museo regina sofia a madrid
Museo d’arte Regina Sofia: ospitato negli edifici del vecchio ospedale della capitale spagnola, ristrutturato e completato con ascensori di vetro ricordanso il Pompidou di Parigi.
Inaugurato nel 1977 ha una delle migliori collezioni d'arte del XX secolo, esponendo tele di Picasso, Joan Mirò, Dalì e quadri che rappresentano la storia dell'arte spagnola.
Un'altra meravigliosa sorpresa per i visitatori è l'incantevole giardino nel cortile interno pieno di sculture fantasiose.
Le opere d'arte sono esposte in varie sale distribuite in un ampio spazio espositivo di 39.000 metri quadrati.
Il museo ha anche una libreria, una caffetteria e un ristorante.

Museo Thyssen-Bornemisza a madrid
Museo Thyssen-Bornemisza: pinacoteca creata da un magnate dell'acciaio ma ora di proprietà statale nella quale sono custodite circa 800 opere pittoriche dal rinascimento ai giorni nostri. Accoglie anche un'ottima collezione di dipinti americani del XIX secolo.

cattedrale dell'almudena a madrid
Cattedrale dell’Almudena: edificata nel 1883 in stile neogotico di fronte al cortile del Palazzo reale è sede dell'arcidiocesi di Madrid.
La sua costruzione durò quasi cent'anni, alla fine fu consacrata da Papa Giovanni Paolo II nel 1993. La cattedrale è lunga 104 metri per 76 di larghezza, con la cupola centrale che ha un diametro di 20 metri.
L'interno, su pianta a croce latina con tre navate e un transetto, custodisce la statua della Vergine omonima, protettrice della città.

parco del retiro a madrid
Parque del Retiro: nel centro di Madrid, ha all'interno un laghetto artificiale navigabile.
Può essere molto affollato soprattutto nei fine settimana quando le famiglie vengono in città per una passeggiata e si popola di musicisti, pittori, indovini, giocolieri e artisti di strada.
Fu creato per essere il parco reale, come oasi di relax per i regnanti, a quel tempo situato ben al di fuori delle mura della città.
Esteso 130 ettari, è successivamente stato aperto al pubblico nel 1868. Uno degli edifici nel suo interno che sono sopravvissuti ai bombardamenti della guerra oggi ospita il Museo del Ejercito, un museo militare, con una collezione di armature.
L'altro edificio, il Cason del Buen Retiro è anch'esso un museo con una collezione di dipinti dei secoli XIX e XX, tra cui opere di Joaquin Sorolla.

palazzo di cristallo madrid
Palazzo di Cristallo: edificio in vetro e ghisa su una base di mattoni all'interno del Parco del Retiro. Fu costruito su progetto dell'architetto spagnolo Ricardo Velázquez Bosco per l'esposizione della flora delle isole Filippine nel 1887.
Suddiviso in tre spazi espositivi su base a croce greca con al centro la cupola che ha un'altezza di 23 metri, il palazzo si affaccia su un laghetto artificiale.
Ospita attualmente una parte del Museo d'Arte Contemporanea Regina Sofía.

Puerta de Alcalá a Madrid
Puerta de Alcalá: situata nei pressi del Parque del Retiro, è uno dei simboli più amati della città da tutti i "madrileños".
Voluta nel 1764 dal re Carlo III per sostituire il vecchio cancello barocco del XVI secolo costruito dal re Filippo III, ritenuto troppo piccolo per il prestigio crescente della città.
Fin dall'antichità, Madrid fu protetta da un potente muro che aveva diversi punti di accesso e la Puerta de Alcalà era uno di loro.
Il progetto dell'architetto italiano Sabatini prevedeva un cancello di granito e pietra bianca proveniente dalle cave della città, con tre grandi arcate e due passaggi, gli archi centrali, più alti di quelli laterali, permettevano il passaggio di cavalli e carrozze.
Ogni porticato è decorato con una testa di leone scolpita da Roberto Miche; in cima vi sono statue di Francesco Guttierrez.
Le statue che coronano il monumento simboleggiano la fortezza, la giustizia, la temperanza e la prudenza. Oggi è una grande attrazione turistica ed è classificata come monumento nazionale.

parlamento spagnolo a madrid
Parlamento spagnolo: imponente edificio neoclassico voluto nella metà del XIX secolo da Isabel II, regina di Spagna. Il bronzo utilizzato per i leoni all'ingresso è stato fuso dai cannoni dell'esercito marocchino che furono stati portati in Spagna alla fine della guerra d'Africa (1859-1860).
Il testo originale della Costituzione spagnola, firmato dal re Juan Carlos I, è conservato all'interno del Congresso.

stadio santiago bernabeu a madrid
Stadio Santiago Bernabeu: sede del Real Madrid, il tour del complesso sportivo costa 19 euro. Prende il nome dal presidente più longevo (1895-1978).
Costruito tra il 1944 e il 1947 è situato nel centro della città; ha una capienza di 81.044 spettatori.

Museo Archeologico Nazionale di madrid
Museo Archeologico Nazionale: è il più importante museo di Madrid dopo il Museo del Prado. Voluto dalla regina Isabella II nel 1867, contiene una ricca collezione di manufatti dal periodo preistorico fino al XIX secolo. Le esposizioni spaziano dai reperti archeologici, etnografici, di arti decorative dell'antichità e monete antiche.
La collezione permanente comprende fra l'altro mummie egiziane, oggetti d'arte ispanico-romani, di archeologia islamica e le ceramica Mudéjar. Uno dei beni più preziosi della collezione è il busto della Signora di Elche. La biblioteca del museo accoglie pubblicazioni su arte, storia e archeologia.

arco della vittoria a madrid
Arco de la Victoria: voluto dal dittatore Franco nel 1956 come omaggio per l'esercito nazionalista che sconfisse i repubblicani durante la guerra civile spagnola (1936-1939). Chiamata anche la Puerta de Moncloa, un nome preferito da coloro che non vogliono ricordare il defunto dittatore. In cima all'imponente arco, alto 39 metri, vi è una statua di un carro con quattro cavalli.

  • Chiesa di San Francisco el Grande: fu costruita nel 1761 per un convento francescano. Progettata dal frate Francisco Cabezas, che ne ha modellato il piano architettonico prendendo spunto dalla chiesa di Santa Maria in Campitelli a Roma. La facciata e la cupola neoclassica furono aggiunti nel 1770. L'interno presenta un piano circolare con una cupola e sei cappelle nelle quali vi sono dipinti di Maella, Velázquez e Goya.

  • Fontana di Cybele (Fuente de Cibeles) si trova in un importante incrocio stradale ed è uno dei monumenti emblematici di Madrid. Creata nel 1782 da Francisco Gutiérrez e Roberto Michel, l'imponente fontana raffigura la dea romana Cybele in sella a un carro con leoni. Dietro la fontana vi è il centro culturale Palacio de Cibeles, che ospita mostre d'arte e laboratori, conferenze e concerti.

  • Museo Lázaro Galdiano mostra l'eccezionale collezione privata del finanziatore omonimo ospitato nella sua dimora, il Parque Florido. Esso ha una vasta collezione di circa 9.000 opere d'arte suddivise in 30 sale comprendenti armature, monete, medaglie, gioielli, cristalli barocchi e arazzi. Inoltre dipinti spagnoli del XVI-XVII secolo di famosi maestri fra i quali El Greco, Goya, Velázquez, Zurbarán, Ribera, Pereda e Murillo.

  • Tempio di Debod: situato nel Parco di La Montaña (vicino alla Plaza de España), è un antico tempio egizio portato a Madrid nel 1968. Il tempio fu costruito per il re Adikhalamani nel II secolo a.C. e comprendeva numerosi santuari, un'ampia sala e una terrazza al piano superiore. Le decorazioni originali ben conservate si trovano all'interno; nel giardino che circonda il monumento sono presenti piscine e una fontana, che creano suggestivi riflessi di luce.

  • Museo Sorolla: dedicato al lavoro di Joaquín Sorolla, il più famoso artista impressionista spagnolo. Le opere sono ospitate in splendide sale luminose, la collezione comprende un'ampia rappresentazione dei dipinti e dei disegni dell'artista. Nel patio del museo una magnifica fontana decorata in stile andaluso.


Plaza de Toros de Las Ventas a madrid
Plaza de Toros de Las Ventas: è la più grande arena per le corride in Europa e terza al mondo dopo Città del Messico e Valencia (Venezuela).
Ha una capacità di 23.800 posti a sedere e ospita il museo di corrida, nel quale è possibile ammirare una interessante collezione di oggetti legati a questo mondo come capes, banderillas, costumi da battaglia e teste di toro.


COME ARRIVARE a MADRID

AEREO
L'aeroporto internazionale Barajas
è situato 13 km a nord est della città; è collegato giornalmente con le principali città europee e mondiali, scalo quasi obbligato per raggiungere l'America Latina, vi arrivano voli di quasi 100 compagnie, comprese le low cost essendo fra i 5 più trafficati d'Europa.
Composto da 4 terminal è ottimamente collegato con il centro della città dalla metropolitana e servizi autobus o taxi.
La stazione MetroMadrid
è situata al centro del terminal, è in funzione dalle 6:00 del mattino alle 1:30 di notte, con la linea 8 si raggiunge Mar de Cristal, si prosegue poi con la linea 4 per il centro, durata del tragitto circa 12 minuti.
In autobus (il n. 89) si giunge al centralissimo capolinea di Plaza de Colon
, con una frequenza di 20 minuti al costo di 3.50 €.
Gli autobus della linea 200 e 204 dal nuovo terminal 4 raggiungono Avenida de America
; in coincidenza con la linea 4, 6, 7 e 9 del Metrò.
Il biglietto per una corsa costa 1.00 € e si acquista direttamente in autobus; se si usano 2 mezzi diversi, è necessario acquistare 2 biglietti.
Dall'aeroporto è inoltre disponibile un eccellente servizio noleggio auto
per la città.

TRENO

Due sono le stazioni di riferimento per chi arriva a Madrid: una a nord e l'altra a sud, ben collegate tra loro dalla metropolitana.
La prima è la stazione di Chamartin
che convoglia il traffico a lunga distanza proveniente dalla Francia e da Bilbao, Barcellona e Saragozza, nonché quello regionale; la seconda, Atocha, da dove partono i treni per l'Andalusia, l'Estremadura e il Portogallo e i treni ad alta velocità (AVE) che collegano Madrid con Siviglia in 2 ore e mezzo.
La rete del trasporto ferroviario spagnolo è gestita dalla RENFE
.

AUTO o MOTO

Madrid, situata al centro della Spagna, è servita da un moderno sistema autostradale: con la A1
si arriva dal nord e dai Paesi Baschi, con la A4 dal sud e dall'Andalusia, con la A7 dalla Francia via Barcellona e Saragoza; con la N V ci si collega al Portogallo.

HOTEL MADRID - OSTELLI MADRID - AFFITTI MADRID

Offerte HOTEL e BED & BREAKFAST a MADRID

Offerte alberghi a Madrid

Booking.com
ATTIVITA' a MADRID
PREVISIONI del TEMPO a MADRID
Previsioni meteo Madrid
MANGIARE a MADRID
La cucina locale di Madrid non è necessariamente famosa nel mondo.
Altre regioni spagnole come i Paesi Baschi, la Catalogna o la Galizia sono molto più conosciute per le loro specialità culinarie.
Il cibo a Madrid tende ad essere pesante e sostanzioso e sorprende i visitatori con ingredienti insoliti.
Tuttavia, i piatti relativamente unti ma amorevolmente preparati contengono alcune specialità.

Specialità gastronomiche tipiche:
  • Cocido madrileño: stufato di carne e ceci
  • Cochinillo asado: maialino arrosto (molto tipico delle città confinanti come Segovia)
  • Rabo de toro: bovino ripieno o coda di toro
  • Callos a la madrileña: trippa in salsa di pomodoro
  • Oreja: orecchie di maiale
  • Bocata de calamares: anelli di calamari fritti su pane francese (vicino a Plaza Mayor)
  • Tortilla de patatas: frittata di uova fritte con cipolle e patate
  • Patatas bravas: patatine fritte con salsa di pomodoro piccante
  • Huevos Rotos: uova fritte con patatine fritte
  • Sopa castellana: zuppa all'aglio
  • Porras: una versione più spessa del churros - pastella fritta insieme a cioccolata calda o caffè.

RISTORANTI di MADRID
In generale i ristoranti di Madrid non sono esclusivamente orientati verso la cucina internazionale anzi, la cucina regionale, è generalmente abbondante: stufato, carne, fagioli, uova e molti cibi fritti.
Il vantaggio della capitale però è la varietà di ristoranti tipici di altre regioni della Spagna: specialità dei Paesi Baschi, della Galizia, della Catalogna, dell'Andalusia e naturalmente le tapas.
Il pranzo ("la comida") è il piatto principale degli spagnoli. La maggior parte dei ristoranti offre un "menú del día" - un menù giornaliero.
Questo differisce dalla "carta" ed è un menu fisso di tre portate con varie scelte e costi tra 7,50 € e 15 €.

La maggior parte delle "caffetterie" è aperta verso le 8 di mattina.
Un tipico "desayuno" (colazione) a Madrid è composto da caffè / succo di frutta / biscotti / pane tostato e un "pincho de tortilla" (omelette o frittata).

Per il pranzo l'orario tipico dei ristoranti a Madrid è tra le 13.30 e le 16.00.
Se non puoi fare a meno di caffè e torte, dovresti andare in una caffetteria, visto che quasi tutti i ristoranti sono chiusi tra le 16:00 e le 20:30.

Per la cena gli spagnoli di solito non mangiano prima delle 21, fino alle 22.00 o alle 23.00 nei fine settimana.
MAPPA TURISTICA ATTRAZIONI di MADRID
Mappa attrazioni turistiche di Madrid
Torna ai contenuti