Vacanze sulla neve, settimane bianche, vacanze in montagna, sci, bollettino neve

MONTAGNA destinazioni: offerte settimana bianca, località sciistiche, bollettino neve - Listaviaggi.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

MONTAGNA

Ricerca e prenotazione settimane bianche: 1.200 hotel, pensioni e appartamenti per la perfetta vacanza sulla neve.
ITALIA - FRANCIA
SVIZZERA - AUSTRIA
GERMANIA




BOLLETTINO
della NEVE

dettagliato con segnalazioni di aperture degli impianti d'Italia, Francia, Svizzera e Austria

PRINCIPALI LOCALITA' SCIISTICHE ITALIANE

ABRUZZO

  • CAMPO IMPERATORE (AQ)

Inserita nella splendida cornice del Gran Sasso Campo Imperatore è dominato dalla sua cima più alta Il Corno Grande, la vetta più elevata dell’Appennino. Gli impianti di risalita sono 4, le piste di discesa 10 e quelle di fondo hanno una lunghezza complessiva di 8 Km. Il prezzo dello skipass va dai 17 ai 24 euro.

  • ROCCARASO - RIVISONDOLI (AQ)

Roccaraso è un comune della provincia dell’Aquila. Appartiene alla comunità montana dell’Alto Sangro e Altopiano delle Cinque mIglia. Il comprensorio dell’Alto Sangro è il maggiore di tutto l’Appennino e ne fa parte Roccaraso assieme ai confinanti Rivisondoli, Pescocostanzo, Barrea e RoccaPiad. L’intero comprensorio comprende 160 km di piste da discesa e 36 impianti di risalita. Il prezzo dello skipass è di 30 euro circa.

CALABRIA

  • CAMIGLIATELLO SILANO (CS)

Rinomata località turistica estiva e invernale della Sila centrale, Camigliatello è situata a pochi km dal lago Cecita e dal Parco Nazionale della Calabria. E’ una delle stazioni sciistiche più suggestive dell’Italia meridionale immersa come è nei boschi di conifere e circondata da immense distese verdi. Le quote variano tra 1368 e 1765 metri sul livello del mare. Gli sciatori hanno a disposizione due piste, una rossa e una blu, lunghe ciascuna circa 2 km, dotate di innevamento programmato.

  • PALUMBO SILA - COTRONEI (KR)

Palumbo Sila è la stazione sciistica più frequentata della Calabria. Si affaccia sul Lago Ampollino, dove si pratica la canoa ed è alle pendici del Monte Gariglione. E' un vero e proprio villaggio turistico dove è possibile trovare alcuni alberghi - tutti a ridosso delle piste e dell'accesso alla seggiovia -, case in multiproprietà e ristoranti tipici a disposizione dei turisti. Oltre agli sport della neve, al Palumbo Sila si può anche pattinare all'interno del ristrutturato Palaghiaccio. Impianti di risalita e piste: 1 seggiovia, 2 Skilift. Piste - 20 km circa: 1 nera, 2 rosse, 3 blu, 1 verde.

EMILIA ROMAGNA

  • CIMONE (MO)

Il Comprensorio sciistico del Cimone è il più vasto dell’Emilia Romagna e uno dei più attrezzati dell’intero Appennino. Le vette più importanti sono il Monte Cimone (2165 m) e il Cimoncino (2000 m). Ai loro piedi i paesi Sestola, Fanano, Riolunato e Montecreto sono il miglior punto di partenza per gli impianti: paesi ospitali e ricchi di storia dove il turismo è tradizione. Le piste si sviluppano per 50 km. Si tratta per la maggior parte di piste rosse ma non mancano le piste nere come la Direttissima che scende da Pian Cavallaio fino al Passo Lupo o la discesa Catinaccio. Il comprensorio sciistico di Monte Cimone è una delle mete predilette dagli snowborder per la vasta possibilità di percorsi fuori pista. Un'attenzione particolare è riservata poi ai bambini, con corsi a misura dei piccoli sciatori nel nuovo attrezzato baby-park "Cimonelandia" in località Lago della Ninfa. Non va dimenticata la tradizione gastronomica che contraddistingue l’intera Emilia Romagna e che fa di questa zona quella che viene chiamata la Food Valley.

FRIULI VENEZIA GIULIA

  • PIANCAVALLO (PN)

Piancavallo è una frazione di Aviano e si trova a circa 1260 metri sul livello del mare, conosciuta per gli sport invernali e le passeggiate a piedi o a cavallo. Ha 24 km di piste per lo sci alpino completamente coperte da innevamento programmato e comprese tra i 1260 e i 1830 m. Sono invece 26 i km di piste per lo sci da fondo ed esiste anche un anello illuminato. Completano la dotazione di impianti sportivi la pista di pattinaggio e il palazzetto del ghiaccio.

  • TARVISIO (UD)

Stazione sciistica di prim’ordine, località preferita scoperta ed apprezzata dal duca Amedeo D’Aosta, dal quale venne mutuato il nome per gli omonimi Campi Scuola: infatti sin dagli anni Trenta lo sci traina il turismo locale, inserendo la località, e la recente Coppa del Mondo tenutasi nel 2007 ne è una conferma, tra i templi dello sci. La pista più bella ed inebriante è la “Di Prampero” che, con i suoi quattro chilometri di lunghezza, consente di scendere dal Monte Lussari (a ridosso della cima vi è un vero e proprio borgo, con alberghi e rifugi) sino a valle, con un dislivello di quasi mille metri. Anche i fondisti trovano ampie possibilità: fatica e divertimento sono assicurati in Val Saisera e all’ Arena “Gabriella Paruzzi”. Con Valbruna, Camporosso e i suggestivi laghi di Fusine il demanio per le discipline nordiche sfiora i cinquanta chilometri totali.

LOMBARDIA

  • APRICA (SO)

Aprica è una delle più famose località sciistiche lombarde, grazie ai suoi 50 km di piste servite da 20 impianti. Centro sciistico d’eccellenza della Valtellina Aprica possiede delle ottime piste da sci, una buona ricettività, centri benessere e locali per il divertimento notturno e molte altre possibilità per praticare gli sport invernali o rilassarsi in un contesto d’eccezione. Il prezzo dello skipass parte da 25 euro e raggiunge un massimo di 32, abbastanza economico rispetto ad altre località di montagna.

Bormio, nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio in Alta Valtellina, è una delle località più famose d'Italia. Vi si svolge la discesa libera di Coppa del Mondo sulla pista Stelvio, che da 3000 m scende sino in paese a 1200 m. Gli impianti di risalita sono 14, le piste di discesa 17 per un totale di 50 Km e quelle di fondo si sviluppano lungo 30 Km. Il prezzo dello skipass si aggira tra le 28 euro alle 34. L’offerta sciistica è tra le migliori vantando piste di discesa, di fondo, snowboard, sci nordico, scialpinismo e skicross.

Livigno in provincia di Sondrio è una nota località di montagna conosciuta anche con il nome di Piccolo Tibet a causa delle caratteristiche geo morfologiche del luogo che sono in parte simili a quelle himalayane essendo Livigno collocata su un altopiao nel cuore della Alpi Retiche. La Valle di Livigno è geograficamente elvetica e politicamente nel territorio italiano, per converso la Valle di Poschiavo, facente parte fisicamente del territorio italiano è politicamente parte integrante della Confederazione Elvetica. Meta privilegiata degli amanti dello sci e degli sport di montagna Livigno è una delle poche località che trovandosi ad una altezza molto elevata (1816 m.l.m) non necessita, se non in casi eccezionali, dell’innevamento artificiale. Gli impianti di risalita sono 32, il totale delle piste di discesa copre 115 km di percorso e le piste di fondo si snodano per 40 km. Livigno è una località molto frequentata anche a causa del suo stato di zonafranca. Ciò la rende una delle mete più ambite per lo shopping in tutti i periodi dell’anno.

  • PASSO DEL TONALE (BS) - Ponte di Legno, Temù, Vermiglio, Vezza d'Oglio

Situato al confine tra il Trentino e la Lombardia il Passo del Tonale è un anfiteatro naturale che delimita la Val di Dole dalla Val Camonica. 100 km di piste servite da veloci e moderni impianti di risalita offrono la possibilità di sciare quasi tutto l’anno ai piedi del ghiacciaio Presena. Le piste del Passo del Tonale sono collegate con quelle di Ponte di Legno in alta Valcamonica e con quelle di Temù. Gli impianti di risalita sono 18 e servono 22 piste di discesa. Le piste di fondo si articolano su 21 km, il prezzo dello skipass è di 34 euro. Sul passo del Tonale si trova una delle piste nere più famose delle Alpi: la Nera del Paradiso.

  • PONTE DI LEGNO (BS)

Ponte di Legno è la più importante stazione sciistica della Lombardia. Si trova in provincia di Brescia nell’Alta Val Canonica al confine tra la Lombardia e il Trentino Alto Adige. Il comprensorio comprende le località di Ponte di Legno, Tonale, Presena (1258-3100 m) che fanno parte dell’Adamello Ski e offre piste di vario livello e moderni impianti di risalita da cui si può partire anche per interessanti escursioni di scialpinismo. A Ponte di Legno le piste di discesa sono 18 servite da 10 impianti di risalita. Il fondo si articola di 21 km. Il costo dello skipass è di 33 euro circa.

MOLISE

  • CAMPITELLO MATESE - SAN MASSIMO (CB)

Campitello Matese, frazione di San Massimo, è il più rinomato centro di sport invernale del Molise. La località è situata all’interno del massiccio del Matese e dominata dal Monte Imetto (2050 slm). Diverse le discipline esercitate su queste montagne dallo sci alla mountan bike, dall’arrampicata su roccia al parapendio. La stazione sciistica può contare su circa 40 chilometri di piste e sette impianti di risalita. Il prezzo dello skipass va dalle 19 alle 28 euro.

PIEMONTE

  • LIMONE PIEMONTE (CN)

Località sciistica di punta delle cosiddette Alpi del Mare (Basso Piemonte, Liguria di Ponente, Costa Azzurra), Limone è un comprensorio caratterizzato, durante la stagione invernale, da un innevamento naturale e da un clima mite che non muta facilmente come avviene in altre stazioni dell’arco alpino. Le piste della Riserva Bianca sono adatte a sciatori di medio livello. Gli impianti di risalita sono 16 e servono 80 km di piste. Le piste per lo sci di fondo sono 6 e il costo dello skipass è di 32 euro.

  • SAN SICARIO (TO)

San Sicario fa parte del Comprensorio sciistico della Via Lattea assieme a Sestriere, Sauze d'Oulx, Claviere, Cesana, Pragelato, Monginevro. San Sicario è parte del comune di Cesana Torinese ed è stata sede di alcune gare di sci alpinismo nei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino. Grazie a questo ha rinnovato molti impianti ed attualmente è la più moderna delle stazioni sciistiche del comprensorio. Gli impianti di risalita sono 78 a servizio di 400 km di piste. Le piste di fondo si snodano per 23 km. Il prezzo dello skipass è 32 euro circa. Uno dei punti di forza della località è lo scarso affollamento delle piste, che permettono una maggiore libertà sia allo sciatore esperto sia a quello alle prime armi.

  • SESTRIERE (TO)

Fondata dagli Agnelli è adesso una delle più rinomate località sciistiche italiane. Oggi è ricordata per essere teatro delle gare di coppa del mondi di sci di slalom speciale, gigante e discesa libera. Moltissimi gli impianti di risalita (78) a servizio di 214 piste di discesa. Le piste di fondo sono per una lunghezza pari a 23 km, il prezzo dello skipass è di 32 euro.

SICILIA

  • ETNA (CT)

Sciare sull’Etna, di fronte al mare, immersi in un contrasto tra il candore della neve e la nera roccia lavica è una esperienza da provare e non dimenticare. L’Etna è un vulcano ma è anche una montagna imponente, quinta per altezza in Italia. I comprensori sciistici dell’Etna sono due: quello di Nicolosi a sud (ETNA SUD) e quello di Piano Provenzana-Linguaglossa nel versante nord (ETNA NORD). Il primo comprensorio si estende per venti chilometri circa e possiede 6 skilift e una ovovia. Il prezzo dello skipass è di 14 euro.

TOSCANA

  • ABETONE (PT)

L'Abetone è una delle più rinomate località sciistiche dell’Appennino e centro dell’omonimo comprensorio turistico. Grazie ai suoi 50 Km di piste è la meta turistica di montagna più famosa del centro Italia. Posto a 1388 metri di altezza il Comune di Abetone ospita oggi anno le gare di Coppa Europa e in passato ha ospitato anche le gare di Coppa del Mondo. Gli impianti di risalita sono 19, le piste 30 per un totale di 50 Km di percorso, la maggiora parte della quale servite da innevamento programmato. Notevoli anche le piste da fondo che si sviluppano per 15 chilometri, mentre il prezzo dello skipass si aggira dai 30 ai 35 euro.

TRENTINO ALTO ADIGE

  • ALPE CERMIS (TN)

Situata nella Val di Fiemme l’Alpe Cermis ricorda il tragico incidente aereo che coinvolse un caccia americano e la funicolare con a bordo gli sciatori. E’ una delle località più attrezzate dell’arco alpino con quattro seggiovie e due skilift che salgono fino a 2267 metri di quota. Le piste di discesa sono 15 per un totale di 32 Km circa e quelle di fondo si snodano per 30 chilometri.

  • ALPE DI SIUSI (BZ)

L’Alpe di Siusi in provincia di Bolzano è tra i luoghi più noti in Europa per gli sport invernali e per l’escursionismo. Lo Sciliar domina l’altopiano più grande d’Europa che si estende su ben 56 Kmq. Le piste (60 Km discesa e 70 Km fondo) sono relativamente facili o di media difficoltà. Gli impianti moderni e veloci danno la possibilità di ammirare paesaggi mozzafiato e di immergersi all’interno di boschi sconfinati. I due Comuni più importanti collegati con l’Alpe di Siusi sono Ortisei e Castelrotto.

  • ALTA BADIA (BZ)
Nel cuore delle Dolomiti la Val Badia è uno dei più grandi comprensori italiani e delle più note località tra il popolo dei vacanzieri della neve. Il comprensorio comprende sei piccole località raggruppate nei comuni di Corvara, Colfosco, La Villa, San Cassiamo, Badia e La Val. Le piste di discesa sono 71 per un totale di 130 km quelle di fondo invece si sviluppano su 35 km. A La Villa si svolge la gara di Coppa del Mondo di slalom gigante. Il Comprensorio della Val Badia si collega a quello della Sellaronda attraverso Coflosco e il Passo Gardena.

  • ALTA PUSTERIA (BZ)

L’Alta Pusteria comprende le località di San Candido, Dobbiaco, Villabassa, Braies. Situata nel cuore delle Dolomiti, al cospetto delle Tre Cime, presenta una offerta di vacanze sulla neve adatta a tutte le esigenze e, a questa, si accompagna una offerta culturale di tutto rispetto fatta di magnifici castelli e forti, usanze e costumi conservati fino ai giorni nostri, visite ai diversi musei della zona. I comprensori sciistici che circondano le cinque località principali offrono accanto a escursioni sugli sci impegnative e discese mozzafiato anche piste per principianti e ben 200 km di piste da fondo per gli amanti dello sci nordico.
Fanno parte delle particolarità di questa area il Parco Naturale Fanes – Sennes – Braies con le sue straordinarie formazioni di natura nonché il Parco Naturale Dolomiti di Sesto che ricopre una superficie di ca. 11.650 ha e comprende i comuni di San Candido, Sesto e Dobbiaco.

Capoluogo comprensoriale, storico, culturale, economico e amministrativo della Val Pusteria, Brunico è una nota località in provincia di Bolzano. A sud si trova Plan de Corones e Brunico è la località che ospita le piste più tecniche di tutto il comprensorio. Definita la perla della Val Pusteria Brunico si trova poco distante anche da Croda Nera a nord est, dal Monte Sommo a nord ovest e nelle immediate vicinanze ci sono la Val di Tures, la Valle Aurina , la Val Badia e la Valle di Anterselva. Gli impianti di risalita sono 31, le piste di discesa 39 per un totale di 105 Km e le piste di fondo offrono la possibilità di muoversi per 200 chilometri tra boschi e paesaggi mozzafiato. A Natale presso la parte centrale della città si volge il tradizionale mercatino conosciuto oltre i confini della regione con specialità gastronomiche e di artigianato.

  • CANAZEI (TN)

Canazei in Val di Fassa, è la località più conosciuta e tra le meglio attrezzate della Valle. Canazei è il punto di partenza ideale per affrontare famosi caroselli sciistici come il Giro dei Quattro Passi, Sellaronda, il giro delle Tre Valli, il Giro della Grande Guerra o il nuovo Skitour Panorama che collega Alba di Canazei e Pozza di Fassa. 29 impianti di risalita, 32 piste di discesa e 50 chilometri di fondo, a valle, fanno di Canazei una delle località sciistiche più rinomate e adatte anche a famiglie con bambini piccoli per la presenza di numerosi parchi giochi sulla neve. Lo skipass costa dai 30 ai 37 euro.

  • CORVARA (BZ)

Corvara è il centro più grande della Val Badia. Situata a 1568 metri sul livello del mare è una ridente cittadina incastonata nel cuore della valle e sovrastata dalla imponente e suggestiva mole del Sassongher. La popolazione è prevalentemente di lingua madre ladina e Corvara è uno dei 18 comuni che formano la Ladinia. Gli impianti di questa stazione sciistica sono decisamente moderni e versatili a tutti i livelli. La città è collegata sia con Colfosco e da qui con la Val Gardena, sia con La Villa e Pedraces. Gli impianti di risalita sono 52, le piste per la discesa si estendono per 130 chilometri (da Corvara si può percorrere l’itinerario del Sellaronda in entrambi i sensi), le pista da fondo sono si snodano per 35 chilometri. Il prezzo dello skipass va dai 30 ai 40 euro. La città offre inoltre spunti interessanti per vivere la notte e l’aprés ski nei locali del centro storico.

  • KRONPLATZ – PLAN DE CORONES (BZ)

Plan de Corones è un massiccio alto 2257 metri situato nella parte orientale dell’Alto Adige ed è uno dei comprensori sciistici italiani con impianti tra i più moderni e confortevoli. Le proposte di sport e attività per il tempo libero sono moltissime e si accompagnano alle prelibatezze della cucina locale e alle proposte culturali. Gli impianti di risalita sono 31 e servono 39 piste per una lunghezza totale di 105 km. Anche le piste di fondo sono molte e si estendono per ben 200 km. A Terento e Tesido gli impianti, per due giorni alle settimana, sono aperti anche la sera dalle 19.30 alle 22.00. Tra le piste nere la più nota è sicuramente la Sylvester che conduce fino a Brunico, la città più importante del comprensorio, e parte dall’altezza di 2275 metri. Il prezzo dello skipass va dai 32 ai 40 euro.

  • MADONNA DI CAMPIGLIO (TN)

Madonna di Campiglio, località storica dello sci italiano, è una frazione del comune di Pinzolo. E’ situata a 1522 metri d’altezza nell’Alta Val Rendeva a poca distanza da Campo Carlo Magni fra le Dolomiti del Brenta e il gruppo dell’Adamello. E’ uno dei maggiori poli sciistici a livello nazionale. Gli impianti di risalita sono 20, le piste di discesa 35 per un totale di 60 km quelle per lo sci di fondo si estendono per 20 km. Tra le piste è famosa la 3-Tre nella quale vengono disputate gare di slalom speciale della Coppa del Mondo di sci alpino. Tra quelle maggiormente note anche la pista chiamata Spinale Direttissima l’ultimo tratto della quale è stato dedicato a Michael Shumacher.


  • VAL DI FASSA (TN)

La Val di Fassa è una splendida valle del Trentino, con numerose aree sciabili. Il comprensorio più vasto è senza dubbio quello di Canazei e Campitello, entrambe nel circuito della Sellaronda, collegati con la Val Gardena e Arabba. Sul versante opposto alle piste di Canazei ci sono due piccoli comprensori, quello Ciampac e quello di Pozza di Fassa, collegati tra loro sci ai piedi. Scendendo la valle troviamo un ulteriore piccolo comprensorio, quello di Catinaccio e Vigo di Fassa. Segue poi lo skiarea Carezza, con i suoi trenta chilometri di piste adatti a bambini e famiglie per finire con Moena e il comprensorio Tre Valli con il famoso skitour dell'amore. Gli impianti di risalita sono 48 a servizio di 98 km di piste di discesa. Anche il fondo ha una chilometraggio non indifferente: 108 km. Il prezzo dello skipass va dai 28 ai 35 euro.

VALLE D'AOSTA
  • BREUIL CERVINIA (AO)

Il comprensorio sciistico di Breuil-Cervinia, Valtournenche, Zermatt è uno dei più estesi delle Alpi e si sviluppa lungo tre vallate appartenenti a due Paesi, l’Italia e la Svizzera. 380 in totale i chilometri delle piste tra le quali si segnalano la Ventina lunga 7 Km che scende la Platau Rosa fino a Cervinia e la discesa del Piccolo Cervino. Breuili in patois significa “Terra di molte acque” ad indicare l’immensità di laghi e torrenti che caratterizzano questa zona tra le più belle anche dell’arco alpino per le attrazioni paesaggistiche.

  • COGNE (AO)

Piccolo centro turistico nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso il più antico Parco Nazionale d’Italia, all’interno del quale convivono e vengono salvaguardate centinaia di specie di animali, piante e fiori rari nella splendida cornice delle Alpi, Cogne è una località votata al turismo. Le piste per praticare lo sci di fondo sono molto conosciute e si estendono per 80 chilometri. Meno numerose e lunghe le piste per la discesa (9 Km). Il prezzo dello skipass è di 22 euro.

  • COURMAYEUR (AO)

Courmayeur è una nota località sciistica della Valle d’Aosta e una delle prime ad essersi imposta nel turismo invernale sin dal XVII secolo come stazione termale grazie alla bontà delle sue acque minerali. Oggi è una delle stazioni sciistiche più importanti al mondo.
Situata nel punto d’incontro di 3 Paesi, Italia, Francia e Svizzera, Courmayeur si trova a 1224 metri sul livello del mare. La città insiste su due valli, la Val Ferret e la Val Veny che costituiscono il percorso italiano del famoso Giro del Monte Bianco. Courmayeur è una meta privilegiata per tutti gli sport invernali: sci in tutte le sue forme, golf sulla neve, hockey, curling e tutti gli sport indoor. Gli impianti di risalita sono 21, le piste di discesa si stendono per 100 Km costituendo il Comprensorio della Cormayeur Mont-Blanc Funivie, le piste di fondo si snodano per 29 chilometri, il prezzo dello skipass si aggira tra i 36,50 euro a 41 euro.

  • GRESSONEY-LA TRINITE’ (AO)

Gressoney con i suoi 200 Km di piste e impianti all’avanguardia è considerata la capitale italiana del fuoripista. Gressoney sorge ai piedi del Monte Rosa e si trova al centro del comprensorio sciistico Monterosa Ski tra i più vasti al mondo. Numerose le attività sportive che la distinguono: ascensioni alle alte vette del Monte Rosa, golf, tennis, equitazione, rafting, kayak, parapendio, mountain bike, nuoto, arrampicata, squash, fitness, atv/quad, pattinaggio, sci fuoripista / freeride, sci di fondo, racchette da neve...le piste di discesa sono 18 e quelle di fondo hanno una estensione di 30 chilometri. Il prezzo dello skipass è 36 euro.

  • MONTEROSA SKI (AO)

Il comprensorio sciistico del Monterosa Ski collega tra di loro tre valli: la Valle d’Ayas, la Valle di Gressoney e la Valsesia. Le più importanti località alone situate tra la Valle d’Aosta e il Piemonte e facenti parte di questo enorme carosello sono Champoluc, Antagnod, Brusson, Gressoney La Trinitè, Gressoney Saint Jean e Alagna. 180 chilometri di piste innevate si snodano attorno al Massiccio del Monterosa per un totale di 31 impianti di risalita e di 61 piste di discesa. Le discipline sportiva da praticare sono moltissime tra discesa, fondo, snowboard, telemark, sci alpinismo, trekking e arrampicata sul ghiaccio.

  • PILA (AO)

Pila è una delle più note e rinomate stazioni sciistiche della Val d’Aosta, posta in una conca verde all’altezza di 1790 metri nel comune di Gresson e collegata ad Aosta da una comoda telecabina e una strada panoramica che si snoda per 18 km. Il comprensorio ha a disposizione 70 km di piste e di 12 impianti di risalita moderni e veloci. Il prezzo dello skipass è di 31 euro circa. Pila è famosa anche per una ricca vita notturna. E’ molto facile da raggiungere, tramite collegamenti giornalieri, da Milano, Genova e Bergamo.

  • VALTOURNENCHE (AO)

Valtournenche è il capoluogo storico dell’omonima vallata dalla quale partirono le spedizioni sul Monte Cervino che nel XIX secolo segnarono la nascita dell’alpinismo moderno. Sorge a 1524 km e fa parte del comprensorio Breuil-Cervinia-Valtorunenche-Zermatt uno dei più estesi delle Alpi che si sviluppa lungo tre vallate di due nazioni dai 3883 metri del Piccolo Cervino fino ai 1524 m di Valtournenche.
Da Valtourneche è anche possibile raggiungere Zermatt tramite la Funivia del Plateu Rosa e fa quindi parte del Matterhorn Ski Paradise. Gli impianti di risalita di Valtournenche sono 9, le piste di discesa 16. Lo skipass costa 27 euro circa.

  • VIA LATTEA

La Via Lattea è il più grande comprensorio dell'Italia occidentali con 400 km di piste, di cui circa 70 coperte da innevamento artificiale. Il comprensorio si estende sino alla località francese Montgenevre, per cui è necessario acquistare l'estensione dello skipass se si vuole sciare in tutto il comprensorio della Via Lattea.

VENETO

  • ALLEGHE (BL)

Alleghe è una località alpina posta a 1000 metri di quota e fa parte del Comprensorio del Monte Civetta. Quest’ultimo è una delle aree sciistiche più interessanti del Veneto e dell’intero nord Italia. 46 le piste a disposizione degli sciatori per un totale di 82 km in gran parte coperte dall’innevamento artificiale e comprese tra i 1000 e i 2050 metri. Gli impianti di risalita sono 26 e lo skipass costa dai 31 ai 36 euro. Il Lago di Alleghe è una forte attrazione per il turismo di montagna e sulla sua superficie ghiacciata si può pattinare. L’intero comprensorio del Civettta collega le località sciistiche di Alleghe, Palafavera e Valzoldana.

Chi non ne ha, almeno una volta, sentito parlare? Cortina d’Ampezzo è senza dubbio la più nota e prestigiosa località sciistica italiana, frequentata da vip e da persone comuni che non vogliono rinunciare a una settimana bianca in una sede storica delle Gare di Coppa del Mondo. Cortina è circondata da splendide vette come le Tofane (Tofana e Tofana di Mezzo) e il Monte Cristallo. La Regina delle Dolomiti, così viene chiamata, è raggiungibile attraverso vari passi: il Falzarego, il Giau, il Passo dei Tre Croci. I Km disponibili per lo sci di fondo sono circa 73 e sono adatti ad ogni livello di preparazione.
Per le piste di discesa i km sono 140 dei quali il 5% hanno una difficoltà alta, il 62% media e il 33% sono facili. La neve è garantita per gran parte dell’anno grazie all’innevamento artificiale. Ci sono inoltre 6 funivie, 29 seggiovie e 16 skilift. Grazie ad uno speciale skipass si può sciare in tutte le piste del comprensorio inserite nel circuito Dolomiti Superski.
Numerose le attività sportive che si possono svolgere presso lo Stadio del Ghiaccio così come sono parecchi gli svaghi e i divertimento che offre la capitale del turismo montano: locali notturni, aprés ski, appuntamenti sportivi internazionali come la Coppa del Mondo di sci alpino femminile e la Coppa del Mondo di bob. Da non perdere il più importante è sicuramente la Gara Internazionale di Fondo Dobbiaco-Cortina, il cui percorso si snoda per 42 Km sul percorso della vecchia linea ferroviaria che congiungeva Calalzo alla Val Pusteria.

  • MARMOLADA

La Marmolada è un massiccio molto noto agli sciatori di tutti i livelli ed è un importante punto di collegamento con gli impianti sciistici di un enorme carosello il Superski Dolomiti. La vetta più alta si trova a 3342 metri s.l.m. e l’intero complesso è ricco di chilometri di piste perfettamente innevate. Ai piedi della Marmolada Arabba e Malga Ciapela possono rappresentare il punto di arrivo e di partenza del Sellaronda, noto carosello sciistico delle Dolomiti. Gli impianti di risalita sono 28, le piste per la discesa 51 per un totale di 89 km. Il prezzo dello skipass va dai 33 ai 41 euro.

Tratto da: http://www.bed-and-breakfast.it/localita_sciistiche.cfm

 
Cerca nel sito
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu